Biografia

Paolo D’Angelo è professore ordinario di estetica presso l’Università di Roma Tre dal Settembre 2001. Dopo la laurea presso l’Università di Roma “La Sapienza”, ha ottenuto il dottorato di ricerca in Estetica presso l’Università di Bologna. Ha insegnato come professore associato di Estetica presso l’Università di Messina dal 1992 al 2000.  È stato Direttore del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dal 2013 al 2018. È  stato vicepresidente della Società Italiana di Estetica dalla fondazione di quest’ultima nel 2001 al 2014. È membro del Comitato Scientifico di “Cultura Tedesca”, di “Rivista di Storia della Filosofia”, di “Studi di estetica”, di “Estetica”, di “Paradigmi”, di “Intersezioni”. Ha preso parte a convegni internazionali a Berlino, Fiecht, Merida (Venezuela), Parigi, Ljubliana, Szeged (Ungheria) e ha tenuto conferenze presso le Università di Paris I La Sorbonne, presso lo Studium Generale di Mainz e presso l’Università di Rio de Janeiro. In Italia ha tenuto conferenze presso le Università di Palermo, Cagliari, Università della Calabria, Torino, Napoli, Pisa, Udine, Pescara, Firenze, Milano, Bologna. Ha tenuto corsi presso l’Istituto Italiano per gli studi Filosofici. Le sue principali aree di interesse sono l’estetica ambientale, la filosofia tedesca, la filosofia italiana contemporanea, l’estetica delle arti visive.

I suoi libri più recenti sono: Attraverso la storia dell’estetica. Vol I: dal Settecento al Rmanticismo, Macerata, Quodlibet, 2019 ; Sprezzatura. The Art of Concealing Art, New York, Columbia Universitry Press, 2018Il problema Croce, Macerata, Quodlibet, 2015; Filosofia del paesaggio, Macerata, Quodlibet, 2014; Le nevrosi di Manzoni, Bologna, il Mulino, 2013; Estetica, Roma-Bari, Laterza, 2011; L’estetica italiana del Novecento, Roma-Bari, Laterza, 2007; Cesare Brandi. Critica d’arte e filosofia, Macerata, Quodlibet, 2006; Ars est celare artem. Da Aristotele a Duchamp, Macerata, Quodlibet, 2005; Estetismo, Bologna,  Il Mulino, 2003; Estetica della Natura , Roma-Bari, Laterza, 2001.

****************************

Paolo D’Angelo is professor of Aesthetics at the University of Roma Tre since September 2000. A graduate of the University of Roma Uno, “La Sapienza”, he received his PhD (Dottorato) from the University of Bologna. He formerly taught at Messina University (1992-2000). Since September 2004 full Professor of Aesthetics at Roma Tre. Head of the Department of Philosophy, Communication, Media and Performing Arts of Roma Tre University from January, 1 st, 2013 to December, 2018. He gave lectures at the Universities of Paris I – La Sorbonne, Mainz in Germany (Studium Generale), Universidad de Merida (Venezuela), Universidad de Rio de Janeiro, Alexander von Humboldlt Universität (Berlin). He took part in international conferences at Fiecht (Austria) Ljubljana (Slovenia), Merida (Venezuela), Berlin (Humboldt Universitaet, (2003), Malaga, Spain, (2009), Prague (2013). He is editorial consultant of “Rivista di Filosofia” “Cultura Tedesca”, “Studi di Estetica”, “Estetica”,  “Paradigmi”, “Intersezioni”. He has been vice-president of the Società Italiana di Estetica (Sie), 2001-2014. Chief areas of interest: Aesthetics of the visual arts; environmental Aesthetics; analytic Aesthetics; History of Aesthetics; german philosophy; contemporary italian philosophy. Some of his books are translated in English, Spanish, Portuguese and Japanese. His most recent books are: Attraverso la storia dell’estetica. Vol I: dal Settecento al Rmanticismo, Macerata, Quodlibet, 2019 ; Sprezzatura. The Art of Concealing Art, New York, Columbia Universitry Press, 2018Il problema Croce, Macerata, Quodlibet, 2015; Filosofia del paesaggio, Macerata, Quodlibet, 2014; Le nevrosi di Manzoni, Bologna, il Mulino, 2013; Estetica, Roma-Bari, Laterza, 2011; L’estetica italiana del Novecento, Roma-Bari, Laterza, 2007; Cesare Brandi. Critica d’arte e filosofia, Macerata, Quodlibet, 2006; Ars est celare artem. Da Aristotele a Duchamp, Macerata, Quodlibet, 2005; Estetismo, Bologna,  Il Mulino, 2003; Estetica della Natura , Roma-Bari, Laterza, 2001.